Camminare e dimagrire

Si parla sempre di fisico. Io sono per le pari opportunità. Parliamo di fisica.

Il lavoro prodotto è dato dal peso per lo spostamento. E si misura in Joule. Ovvero, per spostare il mio corpo di una data distanza dovrò consumare una certa quantità di energia. Questa energia la misuriamo anche in Calorie, un’unità di misura più chiara per tutti.

Anche stando fermi tutto il giorno bruciamo energia. Solo per restare in vita dobbiamo mantenere attivo il nostro metabolismo. Si tratta del Metabolismo Basale.

Quindi viene da sé che se riesco a sapere qual è il mio MB e lo sommo all’energia che consumo durante la mia attività quotidiana, saprò quanto consumo al giorno. Tenendo conto di questo valore so che posso dimagrire mangiando meno della soglia di parità.

Non è esattamente così, ci sono differenti fattori che incidono in modo significativo. Però almeno adesso abbiamo un punto di partenza.

Il calcolo del MB è teorico, tiene conto del sesso, dell’età, del peso e dell’altezza.

Poi ci sono altri strumenti più precisi, ma l’importante è avere un’idea per approntare un piano.

Essendo il grasso poco o nulla vascolarizzato, non abbisogna di grande apporto nutritivo per rimanere in vita. Il muscolo invece si. Una persona magra ha di solito un MB più alto di un soggetto sovrappeso.

Questo ci porta a due conclusioni: per dimagrire devo fare movimento, per dimagrire devo aumentare massa muscolare.

Molte donne saranno spaventate dall’idea di aumentare la massa muscolare. Non vogliono certo sembrare dei maschi. Tranquille. Non è possibile. Non avete una cosa che i maschi posseggono. A voi manca il testosterone e meno male, sennò avreste anche la barba.

Una donna normale non ha una muscolatura sviluppata in modo eccessivo nemmeno se va in palestra tutti i giorni. A meno che non assuma medicine.

Non è una mia opinione. Questo è proprio un dato scientifico.

Però i muscoli ci servono per dimagrire e ci piacciono definiti da guardare.

Per questo si può e si deve fare della ginnastica mirata all’incremento della massa magra.

L’ideale sarebbe iscriversi in palestra o farsi seguire da qualcuno esperto. Però molto si può fare anche a casa, anche da soli.

Poi bisogna muoversi.

Quindi tutti a comprare tuta e scarpe. No, va bene quello che abbiamo. Anche perché ci sono persone che non hanno tempo e voglia di andare per boschi o sulla passeggiata a mare. Però vanno a lavorare.

Sembra una banalità ma sfruttare gli spostamenti obbligati per fare del moto, smettere di evitare gli scalini, portare i bimbi a prendersi una cioccolata a piedi anziché utilizzare autobus, ascensore, automobile, fa già la differenza.
La bici a Genova se la prendi se sei coraggioso, però anche quella è una possibilità.

Il sabato e la domenica una lunga passeggiata la si può fare quasi sempre. O un salto in piscina, o una bella pedalata. Durante la settimana non sempre c’è il tempo, ma si può sempre fare qualcosina, anche poco è sempre meglio di niente.
Paperon de Paperoni ha messo insieme la sua ricchezza partendo da un solo cent, quello che la Banda Bassotti gli vuole sempre rubare.

Mettiamo insieme la nostra fortuna partendo da un piccolo gesto.
Alziamoci dal divano.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close